Estate Arpinate 2022

Premio città di Aprino

premio arpino260 okSabato 13 settembre alle ore 21, in Piazza Municipio, Fabrizio Casinelli e Gemma Flavia di Uno Mattina hanno presentato il “Premio Città di Arpino”.

premio arpino600 ok

Sabato 13 settembre 2014, con inizio alle ore 21.00, si è svolta ad Arpino in piazza Municipio la prima edizione del “Premio Città di Arpino”, organizzato dalla Città di Cicerone, in collaborazione con l’Associazione Ambasciatori del Certamen, Associazione ex Alunni ed Amici del Tulliano, Centro Studi Umanistici ‘Marco Tullio Cicerone’, Società Dante Alighieri comitato di Arpino, Istituto Comprensivo ‘M. Tullio Cicerone’, I.I.S. ‘Tulliano’, Pro Loco, EC Arpinum Volontari di Protezione Civile e con il contributo della Camera di Commercio di Frosinone.

camera44 GUARDA LE FOTO

Il premio è stato istituito con lo spirito di tenere sempre vivo nel mondo il nome di Arpino, di Marco Tullio Cicerone e della manifestazione del Certamen Ciceronianum Arpinas, per diffondere i valori della cultura classica e gli insegnamenti del grande oratore arpinate.

Sedici i riconoscimenti consegnati. Accanto alle sei illustri personalità dello spettacolo (Gabriella Germani, attrice comica), dello sport (Raniero Testa, Campione del Mondo di tiro al piattello dinamico), della comunicazione (Marcello Masi, Direttore del Tg2), della finanza (Donato Formisano, Presidente della banca Popolare del Cassinate), della protezione civile (Franco Gabrielli, Capo del Dipartimento della Protezione Civile) e della carta stampata (Virman Cusenza, Direttore de Il Messaggero), sono stati premiati anche dieci ex certaministi che si sono particolarmente distinti in campo nazionale ed internazionale.

In particolare si tratta del ricercatore Stefano Scialla – 1^ classificato dell’edizione 1980 –, l’Editorialista per il gruppo CNBC-MF Milano Finanza Emilio Girino – 1^ classificato dell’edizione 1981 –, caporedattore centrale del Corriere della Sera Venanzio Postiglione (1985), la giornalista Eliana Liotta (1986), l’archeologo Antonio Insalaco (1983), il consigliere parlamentare Lorella Di Giambattista e la funzionaria della Commissione Europea Manuela Alfé – entrambe partecipanti all’edizione del 1997 –, la scienziata Elena Pian (1984), la poetessa e scrittrice Nina Nasilli (1986) e la manager del gruppo Tod’s Benedetta Biondi (1997).

<Il Premio Città di Arpino è la naturale chiusura della seconda edizione di “Ciociaria in Festival – Dagli eventi del territorio al territorio degli eventi”, il progetto di cui la Camera di Commercio di Frosinone si è fatta promotrice con l'intento di far conoscere, attraverso una variegata offerta di eventi, la nostra provincia a livello turistico.> E' quanto affermato dal presidente dell'Ente Camerale Marcello Pigliacelli. <A maggio scorso – continua il presidente Pigliacelli è stato proprio il Certamen Ciceronianum Arpinas a tagliare idealmente il nastro di partenza dell'iniziativa, che vede, in un'unica rete, sette grandi eventi culturali ed artistici, in grado di richiamare in provincia migliaia di visitatori. Ora è di nuovo Arpino, patria di Cicerone, a tirare giù il sipario. E lo fa con una importante manifestazione che riporterà, a distanza di anni, nella cittadina grandi personalità del mondo scientifico, culturale, economico e giornalistico. Alcuni di loro sono vincitori o partecipanti delle passate edizioni del Certamen. Altri, ancora, sono invece personaggi di spicco della vita culturale del nostro Paese. Tutti sabato sera si ritroveranno uniti nel nome del grande Cicerone. Il Premio rappresenta un ponte tra passato, presente e futuro della storia del Certamen attraverso cui si rinsaldano i rapporti tra Arpino, la terra di Ciociaria e grandi nomi, legati al nostro territorio da un sentimento di affetto. Tanti di loro proprio dal Certamen hanno spiccato il volo, affermandosi nella vita professionale in posti di prestigio. Nell'esprimere la mia soddisfazione agli organizzatori del Premio conclude il presidente Marcello Pigliacelliauspico che ciò sia solo il primo passo verso l'istituzionalizzazione della manifestazione foriera, sicuramente, di importanti risultati>.

<Si rinnova così l’abbraccio della Patria di Cicerone con coloro che hanno vissuto in piena amicizia e concordia l’appuntamento che il preside Ugo Quadrini intese promuovere ed istituire ad Arpino per i giovani italiani ed europei amanti del pensiero ciceroniano. Un abbraccio che sarà pieno sicuramente di grandissime emozioni già espresse nelle lettere di adesione e di conferma della propria presenza. Molti attori di quelle edizioni non ci saranno, per varie ragioni, ma il loro spirito ed il loro amore per Arpino rimangono nella memoria di coloro che li hanno conosciuti. La collaborazione offerta tra l’altro dal Comitato di Arpino della Società Dante Alighieri, dall’Ass. ex Alunni ed Amici del Tulliano, dal Centro Studi Umanistici ‘Marco Tullio Cicerone’ e dell’Ass. Ambasciatori del Certamen sono il segno tangibile di un attaccamento ai valori culturali che dal 1980 si sono diffusi in Europa ed anche negli Stati Uniti d’America, oltre che nella lontana Santiago del Cile, in virtù di un sentimento profondo che trova nella Patria di Cicerone il suo punto centrale. Con il “Premio Città di Arpino 2014” l’Amministrazione comunale intende rinsaldare quei vincoli di amicizia, solidarietà, pace, libertà e fratellanza che sono alla base della competizione culturale di maggio.> (avv. Renato Rea, sindaco Città di Arpino).

La serata, che è stata presentata da Gemma Favia, conduttrice di Uno Mattina Caffè, ha avuto anche un’appendice dedicata allo spettacolo.

Sul palco di piazza Municipio si sono esibiti gli attori comici Barbara Foria, Gianluca Ansanelli e Salvatore Gisonna. Altro ospite d’eccezione è stato il cantautore Benedetto Vecchio, leader del gruppo MBL - Musicisti del Basso Lazio. Mentre l’apertura della serata ha visto protagoniste le ragazze del Ballo della Cannata del Gonfalone di Arpino, organizzato dalla Pro Loco.

 

premio citta arpino600